I tipi di tappo nel mondo del vino

I tipi di tappo nel mondo del vino

Filippo Rizzoli, enologo e guida per visite e degustazioni, presso la sala degustazioni di Cantina Il Poggio intento ad aprire una bottiglia di vino.

 

Quando apriamo una bottiglia di vino, il tappo che la chiude può raccontare una storia. 

È un piccolo dettaglio che rivela molto sulla tradizione, la conservazione e persino il carattere del vino contenuto al suo interno. 

In questo articolo, esploreremo i vari tipi di tappo utilizzati per le bottiglie di vino e scoprirai che non esiste solo quello di sughero, anzi 😉

Prima però le dovute presentazioni.

 

Io sono Pietro, stagista di marketing per Cantina il Poggio e oggi ti spiegherò le principali caratteristiche dei tipi di tappi che si utilizzano nel mondo del vino, delineando anche vantaggi e svantaggi. 

Iniziamo! 🍾 

 

1. Tappo in sughero

Tappo in sughero monopezzo, cantina Il Poggio

Tappo in sughero monopezzo per il Poggio, rosso barricato

 

Il classico tappo in sughero (in inglese, cork) è come un vecchio amico per gli amanti del vino.

È tradizionale, elegante e adatto per quasi tutti i tipi di vino. Consigliati per i vini rossi, soprattutto per quelli che richiedono un invecchiamento più prolungato nel tempo.

Sono elastici e impermeabili, hanno un’alta permeabilità all’ossigeno e adattabilità alla forma della bottiglia. Sono tra i tappi più costosi sul mercato e c’è sempre il rischio che possano causare il famoso difetto di “sentore di tappo”. 

 

2. Tappo a vite

Il tappo a vite (o screw cap, in inglese) ha guadagnato terreno negli ultimi anni. 

È facile da rimuovere, impedisce l’ossidazione del vino e si adatta bene alle bottiglie da consumare rapidamente. Inoltre, alcuni enologi hanno riscontrato quanto si presti anche a vini da lungo invecchiamento, i quali sembrano non alterare in aromi e sentori.

Vengono utilizzati soprattutto per i vini bianchi di qualità in Svizzera, Germania, Nuova Zelanda e Australia. 

Per motivi ecologici ultimamente anche i produttori di vino biologici e biodinamici lo hanno sperimentato. 

Ultimamente il tappo a vite sta riscuotendo un grande successo nel mondo; non in Italia, essendo ancora molto tradizionalisti e quando non vediamo il tappo in sughero in una bottiglia di vino cominciamo a storcere un po’ il naso.

 

3. Tappo a corona 

Tappo a corona per i vini frizzanti, rifermentati in bottiglia di Cantina Il Poggio

Tappo a corona di Vedovona, Malvasia frizzante, rifermentata in bottiglia

 

Il tappo a corona (o crown cork in inglese) è comunemente utilizzato per le bottiglie di birra. 

E’ un’opzione economica e funzionale. Sono spesso utilizzati su bottiglie da mezzo litro o un litro per vini da tavola. 

Nella nostra Cantina potrete trovare questo tipo di tappo sulle nostre Vedove, entrambi rifermentati in bottiglia e quindi il tappo a corona risulta necessario per un mantenimento sicuro della pressione. 

La Vedovona, bianco frizzante, 100% Malvasia di Candia Aromatica, ideale come aperitivo e in accompagnamento ad antipasti leggeri. La Vedova Nera, rosato frizzante, blend di barbera e merlot, si abbina perfettamente con i salumi della tradizione parmense, ma allo stesso tempo crea il giusto mix con diverse pizze.

4. Tappo agglomerato

Tappo agglomerato per il Salsese, rosso frizzante di Cantina Il Poggio

Tappo agglomerato per il Salsese, rosso frizzante

Il tappo agglomerato è composto da granuli di sughero compressi, sono più economici dei tappi di sughero monopezzo. Adatti sia per vini rossi e bianchi, ma meno indicati per l’invecchiamento prolungato. 

 

5. Tappo in plastica

Il tappo in plastica è leggero, pratico e senza pretese. Viene spesso scelto per i vini giovani e freschi, tendenzialmente di bassa qualità e difatti non vengono più scelti quasi da nessuna cantina.  

Una soluzione moderna che evita il rischio di contaminazione da tappo, ma onestamente non molto apprezzata dai consumatori. 

 

6. Tappo tecnico ⭐

Tappo tecnico DIAM per Cantina Il Poggio

Tappo tecnico DIAM per l’Otium, rosso fermo solo acciaio

 

Il tappo tecnico fa parte delle ultime innovazioni del mondo del vino, un tipo di tappo che ha rivoluzionato il lavoro degli enologi

I tappi tecnici hanno una grande neutralità sensoriale, che preserva tutte le note fruttate e aromatiche dei vini, garantisce diversi livelli di permeabilità, tiene sotto controllo gli scambi gassosi attraverso la scelta del tappo più adatto ad ogni tipo di vino.

Su territorio nazionale, è presente un’azienda leader di settore dei tappi tecnici, il gruppo DIAM BOUCHAGE di cui ti lascio qui il link per approfondire.

Anche noi di Cantina Il Poggio applichiamo a tutti i nostri vini i tappi DIAM per garantire qualità e affidabilità, tranne per il Poggio che prediligiamo un tappo in sughero naturale. 

Conclusione

La scelta tra tappi in sughero o altri materiali dipende dalle preferenze personali e dal tipo di vino. Alcuni produttori utilizzano quelli tecnici con successo, mentre altri preferiscono rimanere fedeli al sughero.Ogni tipo di tappo ha i suoi pregi e difetti, ma alla fine, ciò che conta è il piacere di un buon bicchiere di vino 😉

Ti aspettiamo a “Cantina il Poggio”  per una degustazione culturale, all’interno della nostra bellissima realtà, da lunedì a sabato, alle 11 o alle 15🍷

Terrazza panoramica di Cantina Il Poggio di Salsomaggiore Terme

Terrazza panoramica di Cantina Il Poggio di Salsomaggiore Terme